Innovazione in agricoltura anche alle imprese agromeccaniche

A livello Nazionale Pac definisce la suddivione delle risorse dello sviluppo rurale e prevedere di ampliare i bandi per l’innovazione in agricoltura anche alle imprese agromeccaniche. Dibattito avverrà, con i principali marchi a livello mondiale della meccanizzazione agricola, questi, affronteranno queste tematiche nell’incontro VeronaFiere. Verona, 6-9 febbraio

I temi principali della Pac sono quelli di trovare una sintesi fra il ministero delle Politiche agricole e le Regioni nel riparto dei fondi per l’agricoltura italiana, per sostenere uno sviluppo sul territorio sul quale scommettono tutte le case costruttrici di mezzi agricoli e attrezzature.

I costruttori chiedono a Fieragricola di poter prendere in considerazione aperture strategiche a sostegno dell’innovazione nella meccanica agricola che coinvolgano anche gli imprenditori agromeccanici, il cui ruolo è in crescita nelle operazioni in campo e nel rafforzamento di agricoltura di precisione.

A Fieragricola la meccanizzazione agricola occuperà quattro padiglioni (4-5-6-7), con la presenza di importanti marchi mondiali del settore

L’elenco completo delle aziende partecipanti conferma l’appeal del mercato italiano, sul quale, nonostante le difficoltà degli ultimi anni, i costruttori hanno deciso di scommettere. La produzione di trattrici e mezzi agricoli in Italia vale 7,5 miliardi di euro e rappresenta il primo mercato al mondo per completezza di gamma e il secondo per fatturato dopo gli Stati Uniti. Accanto ai grandi mezzi, alle trattrici e alle moto agricole, i visitatori troveranno le attrezzature, la componentistica, pneumatici, lubrificanti.

Le tematiche che saranno prese in considerazione in questo incontro possono aprire nuove porte al futuro della meccanizzazione agricola nella speranza di riuscire a trovare un giusto compromesso tra Politica e le aziende partecipanti.

La globalizzazione attuale propone mercati sempre più frammentati e difficili da scalare, nei quali il cliente si aspetta di acquistare il meglio al minor prezzo e con una disponibilità pressoché immediata. Un’arma indispensabile che garantisca una buona produttività è quella di ottenere un ottimo processo di manutenzione. Nell’industria e quindi anche nella meccanica di precisione, il processo di manutenzione riveste una delle funzioni essenziali a garanzia di un elevato standard di produttività. L’assenza di una buona e mutevole organizzazione della manutenzione, può far perdere all’azienda parecchi profitti a causa della scarsa qualità, della mancata produzione, per il ritardo con le consegne e per i danni a persone o cose.

Oggi la manutenzione si presenta come una necessità, da applicare su tutti i processi produttivi. Una efficiente e corretta gestione della manutenzione rappresenta un ottimo mezzo di riduzione dei costi che conduce ad una conseguente maggior competitività dell’impresa. Come il resto delle altre funzioni, anche la manutenzione deve perciò contribuire al raggiungimento di obiettivi a lungo termine. Non tanto quindi una semplice appendice all’interno delle funzioni di produzioni destinata a  generare inevitabili costi, ma un nuovo ed imprescindibile centro di profitto e strumento di forte competitività. È necessario ricordare inoltre come anche la sicurezza dei beni e delle persone sia una componente basilare degli obiettivi della manutenzione, regolata da importanti e restrittive leggi. Talvolta però la tecnologia di nuovi macchinari viaggia più velocemente rispetto alle normative,  pertanto è importante che i responsabili della sicurezza individuino istruzioni valide per ridurre qualsiasi tipo di rischio a persone e macchinari.

Nell’ultimo decennio, la  continua crescita delle complessità delle nuove tecnologie e dei suoi sistemi, la flessibilità e la qualità che le aziende costantemente mostrano, la regolare ricerca di una maggior protezione e sicurezza negli ambienti di lavoro, oltre all’aspetto economico determinato dagli elevati costi di manutenzione, ha condotto le aziende, nel contesto globale in cui operano, ad affrontare nuove e difficili sfide per quanto riguarda il servizio dedicato proprio alla manutenzione.

Emerge chiaramente come la valorizzazione dell’aspetto gestionale applicato ai servizi ed ai processi di manutenzione ricopra un ruolo sempre più centrale. Oggi inquadrare le manutenzioni industriali come un servizio specialistico comunque sempre di grande tecnica, appare limitativo. E’ necessario avere una visione più integrata ed ampia del processo di manutenzione. Questo comporta un differente approccio che comprenda una ottimizzazione di tutti gli aspetti più importanti; e parliamo di aspetti organizzativi, programmatici, tecnici e naturalmente economici.

Una rottura col passato, che focalizzi l’attenzione su due nuovi fattori che segnano una profonda e netta discontinuità e finora sconosciuti:

  1. Ingegnerizzazione del processo di manutenzione. Una fase che prevede una profonda analisi sviluppata per processi; lo studio  dei differenti sistemi di diagnostica, il costante miglioramento e la programmazione della manutenzione.
  2. Il servizio di manutenzione si trasforma in attività imprenditoriale per stare al passo coi tempi delle innovazioni organizzative.

Queste due novità aiutano indubbiamente a coordinare al meglio i processi di manutenzione anche in termini di gestione e di organizzazione, aumentando così gli indispensabili livelli di efficienza, qualità e sicurezza.

Keywords: manutenzione industriale, manutenzione impianti industriali

È organizzato dal Politecnico di Milano assieme alla School of Management dell’Università degli Studi di Bergamo il Master Executive in “Gestione della Manutenzione industriale e prevede lezioni di gestione aziendale, organizzazione della manutenzione, pianificazione della manutenzione, sistemi informativi della manutenzione, ingegneria della manutenzione, metodi e tecniche per la gestione dell’energia e molte altre materie ancora.

FONTE: http://www.mip.polimi.it/mediaObject/MIP/documenti/Master/Specialistici/megmi/Flyer-MEGMI_-2012/original/Flyer+MEGMI_+2012.pdf

Keywords: manutenzione industriale, manutenzione impianti industriali, manutenzione industriale straordinaria, manutenzione meccanica