Globalmec raccolta fondi pro Emilia

raccolta-fondi-pro-terremotati-emilia

La Società GLOBAL MEC srl, ha promosso al suo interno una raccolta fondi pro terremotati dell’Emilia.

Il nostro pensiero va molto spesso verso queste terre, dove Global Mec opera attivamente con il proprio personale per attività quali montaggi meccanici di precisione, messa in opera di carpenterie e impianti, oltre a manutenzioni meccaniche industriali.

 

È forte pertanto il senso di responsabilità nell’agire con iniziative di solidarietà, per aiutare incondizionatamente quest’area che ci unisce con Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, non solo a livello lavorativo, ma anche negli usi e costumi abitudini e mentalità.

“NIENTE PAURA , SU LA TESTA” è l’esempio concreto su cosa si vuole dire.

Questa frase è scritta su di un cartello all’entrata di Mirandola, ed è con quest’animo che GLOBAL MEC spera di riuscire a dare il suo piccolo aiuto con la raccolta fondi pro Emilia.

Iniziative simili sono prese in considerazione anche da molte altre  aziende, l’importante è fare presto, per alleviare il disagio della gente che si trova a vivere in una situazione dove manca quasi tutto, e contemporaneamente avviare una ricostruzione delle fabbriche, per fare ripartire prima possibile le attività produttive, come detto anche dalla Confindustria di Modena.

Sarebbe opportuno costruire e montare strutture di carpenteria, per i capannoni, evitando così problemi con le nuove scosse di terremoto, ma le varie attività da quella biomedicale a quella meccanica non sono facilmente trasferibili. I macchinari di produzione per la meccanica di precisione, per continuare i montaggi meccanici, sono ancora sotto i capannoni crollati, il biomedicale ha bisogno di reparti sterilizzati ad atmosfera controllata e questo vale anche per molte altre attività a base meccanica che vengono svolte in queste zone.

GLOBAL MEC con il suo gesto, vuole dare concretezza è sentirsi più vicino alle famiglie emiliane colpite dal terremoto, agli operai che hanno perso il loro posto di lavoro e agli imprenditori che con le loro aziende non sono solamente utili al territorio locale ma anche a quello nazionale, già piegato da questa attuale recessione.

Keywords: Emilia Romagna terremoto, assemblaggi meccanicilavoro conto terzi

 

 

 

Lavoro conto terzi, la possibilità per ripartire

In questo periodo non si parla d’altro.

l terremoto in Emilia è stato e continua ad essere uno schiaffo all’economia del bel Paese già in ginocchio a causa di anni di cattiva gestione e mancata competitività internazionale.

Ma gli emiliani non ci stanno, da una parte per orgoglio personale, dall’altra per paura di perdere il poco che è rimasto e le commesse di lavoro che potrebbero aiutare imprenditori e migliaia di famiglie ad andare avanti.

L’idea di utilizzare il lavoro conto terzi non solo nel settore della meccanica diventa quindi possibile se si interviene prontamente e con efficacia.

“Per evitare poi che il numero delle aziende che vanno fuori mercato sia eccessivo è necessario usare la capacità produttiva degli impianti locali come un vaso comunicante. Se ci sono, ad esempio, sul territorio modenese aziende della ceramica che possono produrre conto terzi ed evitare che altri imprenditori chiudano, è compito della rappresentanza d’impresa rendere possibile questo piccolo miracolo di collaborazione tra concorrenti.”

In bocca al lupo Emilia!

Keywords: Emilia Romagna terremoto, assemblaggi meccanicilavoro conto terzi

Fonte: http://nuvola.corriere.it/2012/06/05/emilia-lorgoglio-laburista-degli-industriali-e-la-necessita-di-ripartire/